Guadagnare in Borsa: lo fa di più chi è felice

C’era un vecchio detto che sosteneva che il denaro in da la felicità. E probabilmente è proprio così, tuttavia da una recente ricerca di finanza comportamentale sembra che il reciproco posso invece essere vero. Ovvero che la felicità possa farci guadagnare di più in Borsa. Probabilmente il motivo risiede nella mancanza di atteggiamenti negativi tipici della persona poco felice. L’approccio negativo, nella vita ma anche negli investimenti, molto spesso genera eccessive ansie e blocchi mentali tali da non permettere l’opportuno slancio verso alcuni investimenti che possano far guadagnare di più in Borsa.

Questo è quello che risulta da una ricerca di Schroders attraverso Investimente.it, il sito web dedicato alla finanza comportamentale, in partnership scientifica con Matteo Motterlini, Direttore del Cresa (Centro di Ricerca in Epistemologia Sperimentale e Applicata – Università Vita-Salute San Raffaele). La ricerca rivela che esiste una forte correlazione tra la capacità di far crescere il proprio patrimonio finanziario e una situazione emotiva stabile e socievole. Questi sentimenti di positività renderebbero gli investitori maggiormente immuni agli atteggiamenti mentali negativi in relazione all’investimento da operare.

Tuttavia, l’indagine sottolinea però che le persone maggiormente felici possono incappare maggiormente in una situazione di over-confidence in cui le proprie capacità di gestione finanziaria verrebbero essere sopravvalutate esponendosi a rischi eccessivi per il proprio profilo di rischio.

Al contrario, gli investitori con stato emotivo negativo si espongono meno ai rischi dell’investimento tendendo a conservare il denaro piuttosto che a farlo crescere. Inoltre, essi tendono a vendere il titolo non appena esso sia salito sufficientemente per realizzare un guadagno.

In sostanza, i migliori guadagni vengono ottenuti dalle persone con stato emotivo positivo ma al tempo stesso esse sono maggiormente soggette alle maggiori perdite nel momento in cui i mercati finanziari volgono al ribasso.

Come al solito l’equilibrio anche emotivo potrebbe essere la parole d’ordine per il corretto e remunerativo investimento finanziario. Una maggiore conoscenza dell’influenza degli stati emotivi e delle personali propensioni al rischio è indispensabile per investire correttamente. Quindi, riteniamo sia fondamentale conoscere bene se stessi prima ancora di approcciarsi ad un investimento nel tentativo, prima di tutto si stabilire i propri obiettivi finanziari, ma anche per imparare a correggere o minimizzare l’influenza negativa dello stato d’animo sulle operazioni di Borsa che stiamo facendo.

Di questo dovrebbero tenerne conto anche gli intermediari finanziari che forse oggi dovrebbero anche imparare a conoscere meglio il proprio cliente aiutandolo a superare stati d’animo irrazionali o negativi nell’ottica di una migliore performance finanziaria dei loro clienti.

 

Miglior Broker Opzioni Binarie Regolamentato

Lascia un commento: