Previsione andamento euro/dollaro per inizio 2012

La fine di dicembre, che ha visto il cross euro/dollaro chiudere il 2011 a quota 1,3 dollari, ci ha portato una novità importante: il ritorno prepotente del dollaro ai livelli di inizio anno, che viene definito come uno dei migliori investimenti dell’anno, assieme all’oro fisico.

A conti fatti, il 2011 ha inciso minimamente sul cambio euro/dollaro che si è riportato ai livelli di inizio 2011. Ricordiamo che dicembre si è chiuso in area 1,3 dollari. Il prezzo del cross si trova intrappolato tra il livello di Supporto di Medio Termine 1,26 – 1,16 e la Resistenza di Medio Termine 1,64 – 1,50, che con movimenti regolari si sposta su e giù entro un canale laterale ribassista ben delineato.
Per i prossimi mesi del 2012 continuiamo ad avvalorare una propensione alla tendenza ribassista almeno fino a quota 1,2 dollari.

L’euro accelera il suo calo dopo l’asta francese di Oat che, seppur con domanda che ha superato l’offerta, ha visto un peggioramento del bid-to-cover e tassi in rialzo sui decennali. La moneta unica e’ scivolata sotto la soglia di 1,27 dollari per la prima volta dal settembre 2010, toccando un minimo a 1,2699, per poi risalire a 1,2709. Euro in calo anche contro lo yen, sotto quota 98: e’ indicato a 97,99.

Miglior Broker Opzioni Binarie Regolamentato

Lascia un commento:

Lascia un commento